mercoledì 29 giugno 2011

Tagliata alla "pistoiese" di Sabrina e Ale

Preparatevi, perché alla fine di questo post avrete la bava alla bocca, e io vi avviso: questa è una ricetta che crea dipendenza!

Fino a qualche tempo fa io e la mezzamela eravamo dei principianti in tema di barbecue, sia per quanto riguarda le attrezzature sia per le ricette, grigliavamo su un vecchio trabiccolo arrugginito e ci ostinavamo a fare le solite costine/costate/salamelle....poi vennero il suo compleanno e un provvidenziale e bellissimo viaggio in Toscana.
Al compleanno gli ho regalato questo, e credetemi se vi dico che fa davvero la differenza, e il viaggio in Toscana oltre a due nuovi ottimi amici ci ha regalato quello che vedete qui sotto!




















Il taglio di carne è quello che da noi si chiama "fiorentina", ovvero filetto, controfiletto e osso a "T", la modalità di cottura è quella insegnataci da Sabri e Ale, la realizzazione che vedete nelle foto è opera della mezzamela che in questa ricetta è diventato davvero imbattibile!
Noi raramente mangiamo carne durante la settimana, così durante il weekend qualcosa alla brace ci piace concedercelo, ma da quando abbiamo scoperto questa ricetta accenderemmo il barbecue ogni sera .... credo solo che il colesterolo e il portafoglio ne risentirebbero parecchio!!
Bando alle ciance, veniamo alla ricetta!

Ingredienti:
fiorentina (alta almeno 5 cm mi raccomando!)
sale grosso
olio evo
rosmarino

Procedimento:
Prendete la fiorentina e su di un lato cospargete il sale grosso massaggiando la carne, quando la brace sarà bianca e caldissima, mettete la carne sulla grigia dalla parte del sale e fate cuocere per 7 minuti.
Salate poi l'altro lato e trascorsi i 7 minuti girate la fiorentina.
Nel frattempo scaldate dell'olio evo con un bel ramo di rosmarino.
Trascorsi i "secondi" 7 minuti, prendete la carne con una pinza e appoggiatela sulla griglia in pedi sull'osso e fate cuocere per altri 15 minuti.
Trascorso il tempo togliete la carne e tagliate a fettine filetto e controfiletto, mi raccomando, il taglio per essere perfetto deve essere perpendicolare alle fibre.
Disponete le fettine sul piatto di portata e cospargete con l'olietto bollente al rosmarino.
Vedrete, se la carne è di ottima qualità sarà come un burro, il sapore di rosmarino ci starà benissimo e la renderà speciale e se poi, mentre masticate, trovate qualche granello di sale grosso sotto i denti sarete ancora più contenti!

Un piccolo consiglio, mentre si tagliano le fettine la carne potrebbe raffreddarsi un pochino, io faccio così tengo il piatto di portata in caldo nel forno e la carne arriva a tavola bella calda!

11 commenti:

  1. Staordinaria "fiorentina"....mi luccicano gli occhi ;-)

    Buona giornata

    RispondiElimina
  2. mamma mia .. quanto è buona la fiorentina toscana!!! conquista tutti!

    RispondiElimina
  3. che onore!!!non mi resta che provarla..da voi!!;-)

    RispondiElimina
  4. Che bontà cara Ceci, se la vede mio marito. . . . Bacioni cara!

    RispondiElimina
  5. Che bellessssa questa tagliata!! complimenti per il blog! un abbraccio!

    RispondiElimina
  6. Allora...promossa! Non fosse altro per il fatto che stasera mi hai fatto pensare un pò più a lungo alla mia amata Toscana...Sono al 50% fiorentina, con madre e nonna ristoratrici doc...BRAVA e grazie per esserti fatta scoprire!

    RispondiElimina
  7. Ti dirò: io non sono particolarmente amante della carne e quando la mangio deve essere bene cotta: ma si vede che a Firenze sanno fare i miracoli, perché tutte le volte che ci sono andata ho mangiato... udite udite... una fiorentina più grossa di me col sangue che colava ancora! :-D Perciò la bava alla bocca alla fine di questo post ce l'ho, sì... :-)

    RispondiElimina
  8. E la conoscooo!!! E tu l'hai fatta benissimo, a regola d'arte, complimenti e buon w.e.!

    RispondiElimina